La prestigiosa gara portoghese è giunta alla 30^ edizione e si preannuncia più incerta che mai.

L’edizione 2016 della Baja Portalegre 500 promette grandi emozioni. Dal 27 al 29 ottobre una delle gare per fuoristrada più antiche e importanti del mondo radunerà intorno alla cittadina di Portalegre, in Portogallo, migliaia di tifosi e appassionati di off-road e 4×4 da tutta Europa.

La 30^ edizione della Baja Portalegre 500 è l’ultimo appuntamento stagionale della Coppa del Mondo FIA di Cross Country Rally e – nonostante l’assenza del campione del mondo Nasser Al-Attiyah – presenta ai blocchi di partenza diversi piloti di livello internazionale. Primo fra tutti l’idolo di casa Ricardo Porém che, dopo aver vinto nel 2014 e nel 2015, si affida alla Mini All4 Racing per realizzare il tris. Per contrastare il Portoghese, Overdrive Racing schiera due Toyota Hilux: una guidata dal veterano brasiliano Reinaldo Varela, l’altra dal giovane e promettente Polacco Aron Domżała. Ottime chance di podio anche per i due esperti Russi Boris Gadasin e Andrey Novikov, come di consueto alla guida delle G-Force Proto del team Suprotec Racing.

L’evento prende il via giovedì con le verifiche tecniche e amministrative; in serata, per la prima volta dopo oltre 15 anni, la Baja Portalegre 500 torna in centro città per la cerimonia inaugurale, fissata alle ore 19.

Venerdì mattina inizia la gara vera e propria, con il prologo a Coutadas. Successivamente verranno disputate due prove speciali per un totale di 80 km che potrebbero già determinare distacchi importanti in classifica. Sabato i concorrenti dovranno affrontare due speciali molto lunghe, su un percorso di oltre 400 km: la prima a Alter do Chão, la seconda nei pressi del villaggio di Crato. Come sempre, è previsto un afflusso di diverse migliaia di appassionati lungo i 500 km del tracciato. Ci sono tutti gli ingredienti perche la 30^ Baja Portalegre 500 possa essere una gara indimenticabile.

Fonte: Baja Portalegre 500